De Picciotto: "Oggi è prematuro parlare di programmi su Trapani"

20.10.2020 11:24 di Redazione TuttoLecce.net Twitter:    Vedi letture
De Picciotto: "Oggi è prematuro parlare di programmi su Trapani"

René de Picciotto è pronto ad investire in un'altra piazza e lo farà in Sicilia esattamente a Trapani intervenendo nella società del Dattilo (Serie D), per poi chissà recuperare il Trapani fallito nel corso di questa estate. Il socio giallorosso ha rilasciato un intervista a La Repubblica in cui parla delle sue idee di investimento nel club granata.

TRAPANI - "La gente è molto gentile e accogliente. Il centro storico mi è piaciuto molto, meno il lungomare. Complessivamente la mia sensazione è immediata è positiva. Sono entrato in contatto con questa città da due mesi, pregandomi di prendere in considerazione l'ipotesi di rilevare la società. L'idea ha destato subito il mio interesse, ma viste le carte mi sono accorto che c'erano 5 milioni di debiti. Sarebbe costato troppo, considerando anche cosa sarebbe stato necessario per approntare la stagione successiva. Poi, sapete com'è andata, come sono precipitate le cose del Trapani. Mi è stato suggerito di accorciare di un anno l'operazione attraverso il Dattilo ed eccomi qui".

IL PRIMO INCONTRO - "Sono venuto senza idee preconcette. Voglio guardare la situazione e valutare le possibilità concrete che offre questo territorio. Il mio interesse è anche per investimenti fuori dal calcio, come del resto ho fatto a Lecce. Ho visto il palazzo della Banca d'Italia: faremo uno studio e inoltreremo un'offerta per l'acquisto. E' chiaro che dobbiamo valutare proprio l'entità dell'offerta. Quanto al calcio, non dipende solo da me la conclusione felice della trattativa".

PROSPETTIVE - "Io non voglio creare inutili illusioni. Capisco benissimo che la delusione è stata grande e le attese sono tante. Prima di parlare, però bisogna portare a termine le cose. Dico solo che si deve essere ragionevoli. Oggi è prematuro parlare di programmi"