Corini: "Grande prova di carattere dei ragazzi, dispiace per il risultato"

21.10.2020 21:58 di Stefano Sozzo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Corini: "Grande prova di carattere dei ragazzi, dispiace per il risultato"

Le dichiarazioni di mister Corini al termine del pareggio in casa contro la Cremonese

Il Lecce avrebbe meritato qualcosa in più?

Nel primo tempo abbiamo fatto la partita. Dalla punizione è scaturito il secondo gol e la squadra si è disunita. Nel secondo tempo abbiamo giocato a calcio, facendo due gol e costruire tanto. Abbiamo concesso qualcosa. Il Lecce meritava di vincere, c’è rammarico per non essere riusciti. Abbiamo dimostrato che nella difficoltà siamo capaci a rimanere uniti. Questo volevo vedere dopo Brescia.

Si è visto il grande carattere di questa squadra?

Questo è un aspetto a cui tengo. Il carattere e la generosità a volte ci fanno perdere la lucidità. Questa volta abbiamo incanalato la generosità mettendoci energia e giocando a calcio.

Il bilancio della partita?

L’analisi del primo tempo è difficile da fare dopo la tanta mole di gioco. Purtroppo abbiamo preso due gol nelle loro uniche occasioni.

Su cosa bisogna ancora migliorare?

Sull’equilibrio generale della squadra. Dobbiamo fare meglio nello sviluppo del gioco ma vedo grandi margini di gioco. Facciamo troppi pochi gol rispetto a quanto produciamo. Dispiace prendere gol su situazioni da gestire meglio, soprattutto sul secondo gol. Sul primo c’è una componente di sfortuna.

Come sta Listowski?

Ha avuto un risentimento muscolare, si presume uno stiramento, speriamo di lieve entità.

Coda si è sbloccato e Dermaku ha disputato un’ottima partita. Questi due punti positivi?

Migliorare a livello individuale, significa crescere a livello di squadra. Dermaku è un giocatore che viene a dare una grande mano completando il reparto difensivo.

Come ha giocato Tachtsidis?

Ha fatto una partita importante sia in fase di possesso sia in fase di non possesso. Ha fatto una partita di livello ma può crescere ancora tanto. Lui ci deve far crescere perché il ruolo di play per questa squadra è fondamentale.

La rosa lunga le ha dato la possibilità di cambiare l’impianto tattico?

Abbiamo sviluppato un sistema diverso con il trequartista dietro le punte. La rosa lunga mi dà la possibilità di sistemare la squadra in base ai momenti della partita ed in base all’avversario. Alla fine, ho visto la squadra slegata quindi ho inserito alcuni i giocatori per accorciare la squadra. Ottimo ingresso di Calderoni, per poco non metteva l’assist della vittoria.

Ha ritrovato il pubblico del Via del Mare. Quanto le ha fatto piacere?

Sono stati straordinari. Si sono fatti sentire dando forza ed energia alla squadra. Sono stati capaci a spingere i ragazzi per raggiungere il pari e a mettere pressione all’avversario. Speriamo di riuscire a costruire insieme qualcosa di importante.