Corini: “Giocheremo con il trequartista, Mancosu non ha ancora i 90’”

24.10.2020 16:00 di Stefano Sozzo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Corini: “Giocheremo con il trequartista, Mancosu non ha ancora i 90’”

Le dichiarazioni di mister Corini alla vigilia della sfida contro il Cosenza:

Buongiorno mister. Come sta Zuta?

“Ha avuto un problema nella gara contro la Cremonese. Avverte ancora fastidio. Siamo coperti, in quel ruolo. C’è Calderoni, domani valuterò”

Come pensa di sostituire Listkowski?

“Sarà fuori fino alla gara contro l’Entella. Non posso contare più di tanto su Mancosu. Ha svolto solo due allenamenti con la squadra. Il ragazzo è libero mentalmente, deve solo crescere di condizione.”

Che scelte farà domani?

“Farò le mie scelte in base all’avversario. Ho la possibilità di cambiare anche in corso della partita così come ho fatto con la Cremonese. Finalmente abbiamo anche Mancosu, Tachtsidis e Pellegrini. Con la Cremonese abbiamo avuto il controllo per i primi trenta minuti, abbiamo creato tanto senza essere incisivi. Nel secondo tempo ho spostato Falco sulla trequarti e abbiamo messo peso in avanti con Stepinski. Siamo stati sicuramente più efficaci”

Quale sarà il modulo di domani?

“Possiamo giocare con il trequartista e le due punte. Nella trequarti ho sia Falco che Mancosu. Pippo lo posso utilizzare anche come seconda punta così come fatto negli ultimi anni. Poi c’è Mancosu che è bravo ad inserirsi dietro le punte. Ho bisogno di un trequartista dinamico. La squadra è costruita per reggere tre giocatori offensivi. Falco ha avuto un’indisposizione. Oggi non si è allenato.”Verrà con noi e domani valuterò. 

Che mentalità vuole dare alla squadra?

“Nel calcio moderno si parte con un’idea e bisogna essere bravi in partita in corso. Ci sono tante fasi all’interno della stessa partita. Sicuramente, la squadra dovrà crescere dal punto di vista realizzativo. Creiamo tanto ma dobbiamo sfruttare le occasioni”

Cosa pensa del Cosenza?

“È una squadra solida. Ha fatto quattro pareggi con avversari di spessore. Sono bravi nella profondità con Carretta e Baez. Abbiamo preparato la partita e sappiamo dove stare attenti e dove far male”. 

Come vede la classifica?

“L’Empoli è partita forte. Ma il campionato è ancora lungo. Noi siamo stati un cantiere perché siamo partiti con un’idea e, sulla base delle caratteristiche della rosa, ne abbiamo intrapresa un’altra. Ora sappiamo cosa fare. Scenderemo in campo ogni giornata per fare risultato”. 

Come vede Pettinari?

“È un giocatore importante. Deve però recuperare il ritmo partita e la condizione fisica. È stato fermo, non ha fatto la preparazione con il Trapani. Lo scorso anno ha chiuso anche con un infortunio. Deve crescere di condizione”