Corini: “Dobbiamo migliorare nella finalizzazione, fare un gol in più dell’avversario”

25.10.2020 19:08 di Stefano Sozzo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Corini: “Dobbiamo migliorare nella finalizzazione, fare un gol in più dell’avversario”

Mister Corini commenta la gara contro il Cosenza terminata con un pareggio, queste le sue dichiarazioni:

C’è rammarico per non aver vinto la gara?

“Abbiamo costruito una grande mole di gioco. Potevamo andare in gol più volte così come abbiamo rischiato di prendere gol. È andata così però ho visto dei miglioramenti nella costruzione offensiva”

Che tipo di partita ha fatto il Cosenza?

“Sono una squadra ben costruita. Si chiudono bene e ripartono con grande velocità. Ci abbiamo provato fino alla fine. Abbiamo costruito occasioni importanti. Loro sono stati bravi a contrattaccare. Abbiamo applicato i correttivi su cui abbiamo lavorato in settimana. Siamo andati al tiro da dentro l’area, abbiamo attaccato meglio creando tanto”

Nonostante la vigilia, la squadra ha offerto una buona prestazione? 

“Dobbiamo fare doppiamente i complimenti ai ragazzi. È stata una vigilia particolare, con tamponi fatti a mezzanotte. Nonostante questo i ragazzi hanno mantenuto la concentrazione e hanno fatto quello che dovevano fare. C’era preoccupazione dopo le due positività. Ovviamente la salute viene prima di tutto. I ragazzi hanno affrontato questa situazione con lo spirito giusto”

Il Lecce è riuscito a costruire tanto, le è piaciuto?

“Mi è piaciuto l’idea dei ragazzi. Creare e attaccare anche contro squadre chiuse. Dobbiamo lavorare ancora sulla finalizzazione anche se credo che oggi sia mancata anche un po’ di fortuna. I ragazzi meritano di raccogliere i tre punti. Costruiamo le vittorie senza però riuscire a portare a casa il bottino pieno”

La squadra è stata poco cinica?

“In un calcio di proposta come il nostro, avevamo messo in conto qualche contrattacco. Dobbiamo migliorare la finalizzazione per fare sempre un gol in più dell’avversario”

Cosa è successo a Dermaku?

“Ha avuto un risentimento al flessore. Farà gli esami martedì, speriamo sia il meno grave possibile”

Cosa è accaduto nei momenti della sua espulsione?

“Non ci siamo capiti con l’arbitro. Richiamavo l’attenzione dei miei ragazzi e sono uscito fuori dalla mia area tecnica. Un po’ di nervosismo anche da parte mia, ha portato all’espulsione”