Anche Semeraro sotto accusa per presunte fatture inesistenti

20.06.2019 13:36 di Emanuele Dell'Anna   vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Anche Semeraro sotto accusa per presunte fatture inesistenti

Sotto accusa passa anche Giovanni Semeraro e la sua era alla guida della società giallorossa. Presunte fatture inesistenti e false dichiarazioni per evitare il pagamento dell'iva. Questo è quanto riportano i colleghi del Quotidiano di Puglia, che stando a quanto pronuncia persino l'Agenzia dell'Entrate, i soldi pare siano andati in Romania e ad imprese del nord Italia. La "maxi cartella" ora pesa tanto per gli ex presidenti, 614mila euro fra 179mila di iva evasa, 404mila di sanzioni, aumentate per il 50% per la gravità delle violazioni commesse.
Si tratta di "violazione della stessa indole", dicono gli ispettori sugli anni Semeraro (stagioni 2011/13) e i successivi di Tesoro. Tutti i documenti ora sono in viaggio verso la Procura della Repubblica he analizzerà gli stessi documenti  e si procuncerà sui reati ed accusati.

Il lato positivo per i tifosi leccesi è quello di avere ora una società sana, pulita e tifosa dei colori e della città. Difatti il presidente Sticchi Damiani, come detto già ieri, ha impugnato in mano la situazione e con i legali della società è già pronto al ricorso.