Positività Adjapong: perché c’è differenza tra le risultanze dei tamponi?

13.11.2020 21:30 di Stefano Sozzo   Vedi letture
Positività Adjapong: perché c’è differenza tra le risultanze dei tamponi?

Il terzino giallorosso era stato convocato per le partite della nazionale Under-21 contro l’Islanda, il Lussemburgo e la Svezia. Ricordiamo che il Lecce, prima della gara contro l’Entella di domenica scorsa, aveva sottoposto tutto il gruppo squadra ai test anti-covid come da protocollo. Ovviamente, Adjapong, risultato negativo, prese regolarmente parte alla gara di campionato. Vista la convocazione, l’azzurrino, subito dopo la gara di domenica, è partito alla volta di Tirrenia in vista del raduno dell’Under-21. Prima della partenza, gli azzurri si sono sottoposti a test così come previsto dalla UEFA. Come noto, per le competizioni europee, la UEFA ha sottoscritto un contratto con la SynLab, gruppo di diagnostica internazionale. I tamponi effettuati sono solo naso-faringei, mentre, nei campionati italiani sono ammessi anche i test antigenici non consentiti in Europa. Tutto questo comporta che i parametri dei test UEFA sono maggiormente selettivi. Praticamente, i test, secondo i parametri europei, riscontrano delle positività anche in caso di carica virale bassissima. Tutto questo comporta una discrepanza tra i risultati svolti dai club in Italia e quelli richiesti a livello europeo. 

Nel caso di Adjapong, non partito con il gruppo azzurro in Islanda, è tornato prontamente in Salento. Il Lecce, al suo arrivo, ha sottoposto nuovamente il ragazzo al tampone. Nelle prossime ore, dovrebbe essere noto il risultato del tampone di controllo.