Nonostante tutto, il Lecce c'è: buon punto contro un Cittadella gagliardo

30.12.2020 16:58 di Stefano Sozzo   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Nonostante tutto, il Lecce c'è: buon punto contro un Cittadella gagliardo

I giallorossi si presentano in casa del Cittadella con la sola novità Bjorkengren nel ruolo di mezzala al posto di Paganini. I ragazzi di mister Corini partono forte con buone trame offensive. Prima grande occasione del Lecce al 2’, Henderson e Stepiski dialogano benissimo. L’ex Bari si incunea nell’area di rigore avversaria, va al tiro e sulla respinta del portiere arriva come un falco Stepinski che mette in rete. Il direttore di gara ferma tutto per posizione di fuori gioco.  Ottavo minuto ed i giallorossi sono sotto. Dalla fascia sinistra, D’Urso pennella un cross al bacio in area di rigore, Ogunseye ruba il tempo a Zuta e di testa insacca la palla in rete. Qualche minuto dopo, altra grande occasione per il Cittadella. Donnarumma dalla fascia sinistra crossa in area e sempre Ogunseye di petto cerca di indirizzare il pallone in rete, bravo Gabriel. Ripercussione di fronte, capitan Mancosu libera per Coda che, dopo un dribbling sul difensore, calcia piano sulle gambe di Kastrati.  Arriva il pareggio del Lecce con il solito Massimo Coda. Recupero palla di Tachtsidis che ribalta l’azione da difensiva in offensiva, passaggio filtrante per Coda che, di maestria, con il destro segna il gol del pareggio. Al 25’, arriva il primo giallo della gara per un brutto fallo di Lucioni su Tsadjout. Il difensore giallorosso era in diffida e salterà il prossimo match contro il Monza. Occasione Lecce al 30’, Mancosu dalla trequarti disegna una traiettoria perfetta per la testa di Stepinski che mette la palla fuori a lato del portiere. Dopo un periodo di stallo, al 39’ si rivede il Lecce. Palla fantastica di Coda per Stepinski che con un tiro al volo impegna Kastrati bravo a respingere con i pugni in caduta. I giallorossi la ribaltano. Cambio di campo sontuoso di Tachtsidis per Stepinski. L’attaccante polacco è bravo a mettere la palla in area, velo di Henderson, la prende Coda abile ad infilarla sotto l’incrocio. Il Lecce è avanti di un gol sul Cittadella. Il Direttore di gara concede due minuti di recupero.

Riprende la partita con nessun cambio per il Lecce. I ragazzi di mister Lanna dimostrano fiducia e cattiveria sui contrasti. Dopo primi dieci minuti senza grandi emozioni, Mancosu, da palla inattiva, batte forte rasoterra e per poco non sorprende la difesa granata. Ancora Lecce, al 57’, Adjapong tira un missile terraria che finisce di poco a lato. Il Cittadella non molla. Al 60’, Rosafio riceve un cross dalla destra e, al volo, impegna Gabriel. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Ogunseye colpisce di testa e manda il pallone sul palo. Occasionissima per il Lecce. Coda smista palla per Stepinski che in superiorità numerica e, solo davanti al portiere, tira forte centrale. Al 64’, il Cittadella batte il colpo e riporta la gara in pareggio. Donnarumma pennella in area di rigore e Tavernelli, tra Lucioni e Meccariello, riesce a deviare di testa in rete. Dopo il gol subito, i giallorossi subiscono una ripartenza con un potenziale tre contro due, fortunatamente, i giocatori del Cittadella non sono stati veloci a buttare la palla in rete dopo la respinta di Gabriel. Rosafio è in grande forma, aggredisce i difensori del Lecce e affonda l’azione con un tiro in caduta giunto docile tra le mani di Gabriel. Brivido per il Lecce all’81’, Proia mette a sedere Henderson e tira solo davanti al portiere, Gabriel ancora sontuoso. Solo Cittadella. Gargiulo prende palla lontanissimo dalla porta, tira forte di sinistro e palla ribattuta a lato. Non succede più nulla, i giallorossi proseguono la striscia positiva portando a casa un buon pareggio su un campo difficile.