Mancosu: “Vogliamo la Serie A, quando smetterò farò l’allenatore”

15.11.2020 19:45 di Stefano Sozzo   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Mancosu: “Vogliamo la Serie A, quando smetterò farò l’allenatore”

Marco Mancosu ha fotografato, in una intervista rilasciata al Corriere dello Sport Puglia, il momento del Lecce e della sua esperienza in maglia giallorossa. Queste le sue dichiarazioni: “Mi sono fatto male alla mano in occasione di un contrasto vicino la bandierina. Non ho provato dolore a caldo. Di comune accordo con lo staff, abbiamo deciso di mettere il gesso per guarire al meglio. Dovrei esserci già contro la Reggiana. La situazione Coronavirus ha cambiato anche il nostro modo di vivere. Stare per tanto tempo lontani dalla famiglia non è semplice. Sembra di stare sempre in ritiro e le giornate non passano mai”

“Mi manca tutto del calcio con la gente. Segnare e non poter esultare con i tuoi tifosi è veramente brutto. Non poter godere dei tifosi in casa e non poter abbracciare quelli in trasferta. Mi manca la normalità. Il Presidente è giovane ed è un fuoriclasse nel suo campo. Ricordo ancora come riuscì a zittire tutti dopo l’episodio dello scorso anno in casa della Lazio. È molto forte come avvocato e come professore, poi riesce a starci sempre vicino”

“Mister Liverani è stato fondamentale per me. Ha visto in me un diamante grezzo da valorizzare. Mi ha fatto capire come incidere anche in fase difensiva. Ora sono un giocatore completo. Mister Corini è un professionista in tutto e per tutto. Ama vivere il gruppo e capire ogni singolo componente. Il suo gioco è più dinamico rispetto a quello palleggiato di mister Liverani. Lo paragono, rispetto agli allenatori avuti in passato, a mister Allegri”

“Delle stelle del Lecce, mi sarebbe piaciuto giocare accanto ad un leader come Giacomazzi. Sono arrivato qui per vincere a tutti i costi il campionato di Serie C. Quello che è successo dopo è stata una favola che ancora non è finita. Sarei molto felice di finire qui la mia carriera. Non voglio fare promesse, però. Marco Mancosu metterà sempre il massimo impegno per la maglia del Lecce.  Noi vogliamo la Serie A. È questo il motivo per cui scendiamo in campo. Ci dispiace aver perso qualche punto per strada. Ora però abbiamo trovato il giusto assetto ed in campo si vede”

“Quando smetterò, vestirò i panni dell’allenatore con il mio vice Arrigoni. Ci siamo già messi d’accordo. Mio fratello metterà i cinesini in campo. Chissà, un giorno potrei allenare il Lecce. Ai tifosi dico di tenere duro. Il posto giusto per i tifosi è sugli spalti con il calore tipico del Via del Mare. Quando tornerete il Lecce sarà pronto per fare il salto in Serie A”