Corini: “Abbiamo applicato la nostra idea di gioco, mai abbassare la guardia”

21.11.2020 17:29 di Stefano Sozzo   Vedi letture
Fonte: Ufficio stampa U.S. Lecce
Corini: “Abbiamo applicato la nostra idea di gioco, mai abbassare la guardia”

Mister Corini, dopo la vittoria per 7 a 1 contro la Reggiana, ha parlato in conferenza stampa. Le sue dichiarazioni:

Buonasera mister, chiedeva un gol in più degli avversari. Oggi ne avete fatti più di uno.

“La squadra ha lavorato bene e ha costruito tante situazioni da gol. Anche la Reggiana ha creato qualcosa. Sapevo che sarebbe stata una partita aperta. La Reggiana ha uno stile di gioco per provare a giocare. Abbiamo lavorato bene in fase di non possesso ostruendo le loro iniziative. Quando avevamo la palla, sapevamo come creare difficoltà. I ragazzi hanno fatto benissimo. Sono felice anche perché credo che la Reggiana sia una squadra che creerà fastidio a tante squadre”

Quanto è forte l’attacco del Lecce?

“Ringrazio la società per avere tanti giocatori offensivi di qualità. Ringrazio però tutti coloro che sono dietro perché sviluppano determinate situazioni per alimentare le nostre possibilità realizzative. Mi piace la voglia della squadra di non fermarsi. È fondamentale non spegnersi. Vedo i ragazzi sempre sul pezzo, vuol dire che stiamo acquisendo la giusta mentalità”

Quanto è importante avere giocatori con possibilità di andare in gol?

“Il lavoro degli attaccanti permette di accorciare e dare spazio agli inserimenti. Riusciamo ad avere da parte degli altri giocatori la possibilità di riempire l’aria. Siamo forti in area ed anche sulle palle di ritorno, questo ci permette un gioco armonioso”

Quanto si è arrabbiato sul gol subito?

“Non dovevamo prendere gol lì perché su quella situazione abbiamo lavorato. Da questo punto di vista voglio la massima attenzione sempre. Anche se tutto sembra sotto controllo, non dobbiamo mai abbassare la guardia”

La partita di oggi è stata la migliore fino ad ora?

“Spero di no e che ce ne saranno delle altre. Voglio che questa partita sia figlia di un percorso di crescita che alimentiamo sempre. Sicuramente verranno partite in cui finirà uno a zero però avrai fatto una partita solida, importante ed equilibrata. Questa squadra deve avere un’idea da applicare sempre”

La regola dei cinque cambi, può essere un vantaggio?

“Credo di sì, sia per quanto riguarda la condizione fisica sia per poter cambiare la partita dal punto di vista tattico. Questa è una risorsa che dobbiamo saper sfruttare. L’ho detto ai ragazzi, dobbiamo essere pronti e bravi nell’individualità per poi esaltare il gruppo. I miei calciatori si devono far trovare pronti”

Dove finiscono i meriti del Lecce e dove iniziano i demeriti della Reggiana?

“È difficile dirlo. Credo che l’abbiamo preparata come volevamo fare, l’abbiamo sviluppata nel modo migliore. Abbiamo cercato di esaltare i nostri pregi. La partita della Reggiana è figlia di un atteggiamento che l’ha portata in B”