Mancosu alla Maradona, Lapadula da leggenda. Il Lecce stende il Napoli

09.02.2020 17:01 di Redazione TuttoLecce.net Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Mancosu alla Maradona, Lapadula da leggenda. Il Lecce stende il Napoli
Liverani sceglie di confermare l’undici mandato in campo domenica contro il Torino, con Saponara a supporto delle due punte Falco e Lapaduala. Gattuso lascia fuori Meret e Manolas e inserice Ospina con Maksimovic dal primo minuto, in avanti c’è Politano con Milik e Insigne. Il Napoli parte subito fortissimo con un offensiva di Lobotka al 6’ che mette in mezzo per Milik che complice la deviazione di Rossettini non inquadra lo specchio della porta di Vigorito. Poco dopo sempre il centravanti polacco mette i brividi alla retroguardia giallorossa sull’assist di Mario Rui, la palla che si perde alta sopra la traversa. Gli azzurri sulla corsia sinistra stano trovando terreno fertile e sempre da quella parte che arrivano i pericoli. Al quarto d’ora è Zilelinski che da due passi spedisce il pallone a lato. Alla mezz’ora però arriva, all’improvviso il gol del Lecce: azione sulla sinistra tra Barak e Saponara, con l’ex Genoa che mette il pallone in mezzo per Falco che calcia di prima intenzione Ospina respinge sui piedi di Lapadula che da due passi mette la palla in rete. Il Napoli ci mette cinque minuti per riprendersi dopo il gol subito, la reazione è però tutta in un tentativo acrobatico di Insigne che colpisce la faccia esterna del paolo con Vigorito in uscita. Nel finale della prima frazione Donati è provvidenziale anticipando di testa Politano sulla linea. Nella ripresa dopo appena un minuto il Napoli trova il gol con Milik su splendido assist di Mertens che ha permesso al polacco di mettere in rete il gol del pareggio. Il Lecce reagisce, con ordine al 54’ con Lapadula che con il sinistro conclude debolmente verso la porta del Napoli. Un minuto dopo Vigorito è monumentale in uscita sui piedi di Insigne. Al 60’ però Falco pennella per Lapadula al centro dell’area di rigore che di testa supera Ospina. Il Napoli non reagisce ed è il Lecce che al 70’ va vicinissimo al gol con un colpo di testa di Barak che impegna severamente l’estremo difensore partenopeo. Al minuto 82’ sale in cattedra il capitano: Mancosu nello stadio di Maradona disegna una punizione degna del campione argentino che si infila sotto l’incrocio dei pali per l’1-3. Nel finale il Napoli mette a segno il gol del 2-3 con Callejon bravo a sfruttare l’errore di Lucioni. Finisce tra gli abbracci e la gioia dei tifosi giallorossi per un risultato storico e fondamentale per il Lecce.